Pizzerie: le nuove aperture del 2018

Il nuovo anno è appena iniziato ma sono già molte le novità – recentissime o imminenti – nel mondo della pizza, con diversi indirizzi da andare a provare quanto prima in tutta la Penisola. Questo post dunque è soprattutto un “promemoria” per noi e per chi legge, per non dimenticarsi di mettere in programma una visita agli indirizzi che seguono appena se ne presenterà l’occasione (e, in alcuni casi, per noi sarà davvero molto presto!). Continua a leggere “Pizzerie: le nuove aperture del 2018”

Annunci

Sant’Alberto, la pizza arriva al Pigneto

La chiusura di Primo, ristorante al Pigneto che per primo aveva segnato la svolta gourmet (e anche un po’ modaiola all’epoca, se pur radical-chic) del quartiere romano di estrazione popolare e famoso per essere frequentato in passato da Pasolini e altri intellettuali e oggi (purtroppo) da spacciatori e alternativi, aveva lasciato un po’ male tutti gli affezionati del locale e del quartiere. Il suo posto e’ stato preso da una pizzeria: Sant’Alberto, dedicata al patrono dei fornai e pizzaioli Sant’Alberto di Lovanio la cui ricorrenza cade il 21 novembre. C’e’ pero’ anche un altro Sant’Alberto (Sant’Alberto Magno) celebrato il 15 novembre. Proprio in questa data siamo state invitate ad assaggiare le nuove pizze del Pigneto, zona dove la proposta scarseggia ad eccezione di Rosti, che era sempre dei patron di Primo ed e’ stato rilevato dallo stesso gruppo di Sant’Alberto guidato da Dany Di Giuseppe e Gino Cuminale che comprende anche La Pariolina, Porto Fluviale, Ciclostazione Frattini, i due Ercoli. Continua a leggere “Sant’Alberto, la pizza arriva al Pigneto”

Spiazzo, nuove pizze “spiazzanti” a Roma

Continuano le novita’ del panorama romano della pizza, e di nuovo – dopo il Gazometro38 dove lavora Pier Daniele Seu e Mani in Pasta, il piccolo laboratorio di pizza al taglio di Jacopo Mercuro di cui scriveremo presto – siamo in zona Ostiense. Questa volta, piu’ precisamente, parliamo di via Pacinotti (appena prima del ponte di ferro, come viene chiamato a Roma il Ponte dell’Industria), nello spazio inferiore degli edifici ricavati dal recupero architettonico dell’ex stabilimento Mira Lanza. E il locale in questione non e’ del tutto una novita’ quanto una “svolta” puntata sulla pizza. Quello che fino a pochi mesi fa era Bibere Bistrot – una sorta di “birreria gourmet” – per volere degli stessi proprietari, i fratelli Fabio e Alessio Mattaccini, e’ diventato ora Spiazzo, pizzeria sui generis (nel senso che la pizza e’, volutamente, fuori da ogni classificazione standard) con attenzione anche alla cucina, al vino, alla birra e ai cocktail. Forse un po’ troppe cose tutte insieme, ci verrebbe da pensare, il che potrebbe penalizzare il locale e rendere difficile individuarne il “carattere”. Sta di fatto che le pizze sono molto buone, i fritti anche di piu’ ed e’ un posto dove torneremo volentieri dopo essere state alla serata organizzata per la stampa dopo un breve periodo di rodaggio. Ma andiamo con ordine. Continua a leggere “Spiazzo, nuove pizze “spiazzanti” a Roma”